MENU

Zooantropologia Applicata 19 Settembre 2020

le Farfalle

i nostri laboratori

Ciao A tutti,

in occasione di questo periodo di Quarantena e non potendo proporre i nostri laboratori Zooantropologici presso il punto d’incontro a Castel Guelfo, lo facciamo a distanza, virtualmente, così da poter stimolare i nostri ragazzi anche in questo modo.

I laboratori di zooantropologia hanno una struttura molto semplice, prevedono una attività pratica e divertente con l’utilizzo di materiale di riciclo, donano informazioni Etologiche sul mondo Animale e Naturale, e attraverso la zooantropologia favoriscono lo sviluppo del ragazzo che può immaginare, sognare, strutturare un sé e nuove consapevolezze attraverso il fascino della Natura e le leve di questa affascinante materia… rigorosamente GIOCANDO!!! 

come si fa

Materiali:
– colla e cucitrice – rotoli di carta igienica – fogli di carta – scovolini o cannucce – pennarelli

Procedura:

A. disegna e colora da ambo i lati e ritaglia le ali

B. incolla le ali al rotolo di carta igienica

C. attacca al rotolo di Carta igienica gli scovolini o le cannucce con la cucitrice per fare le antenne

imparo

Il ciclo della farfalla: METAMORFOSI

Curiosità: le farfalle sono solo diurne, le falene possono essere sia diurne che, per la maggior parte, notturne

.

Immagino

Mentre il laboratorio si svolge, possiamo parlare della farfalla nel suo valore di animale che ci ispira pensieri, riflessioni e permette alla nostra fantasia di giocare e magari capire qualcosa di noi…
possiamo porci e porre al bambino alcune domande che facilmente si ispirano alla Farfalla ed al suo affascinante ciclo di metamorfosi

  • Come immagini la tua trasformazione? ; disegna la tua metamorfosi
  • Ogni notte potresti immaginare un ciclo di metamorfosi e risvegliarti…. ti è capitato?

Permettiamo allora che il bambino disegni o racconti, a seconda di come meglio può esprimere ciò che ha in mente.

Buon divertimento.

 

 

Diana Calanchi

Educatore Cinofilo SIUA
tel.: 347 097 60 41
Diana Calanchi

Latest posts by Diana Calanchi (see all)