MENU

Zooantropologia Applicata 2 Dicembre 2020

La Salamandra

I nostri laboratori

Ciao a tutti,

in occasione di questo periodo di Quarantena e non potendo proporre i nostri laboratori Zooantropologici presso il punto d’incontro a Castel Guelfo, lo facciamo a distanza, virtualmente, così da poter stimolare i nostri ragazzi anche in questo modo.

I laboratori di Zooantropologia hanno una struttura molto semplice, prevedono una attività pratica e divertente con l’utilizzo di materiale di riciclo, donano informazioni Etologiche sul mondo Animale e Naturale, e attraverso la zooantropologia favoriscono lo sviluppo del ragazzo che può immaginare, sognare, strutturare un sè e nuove consapevolezze attraverso il fascino della Natura e le leve di questa affascinante materia…. rigorosamente GIOCANDO!!!

Come si fa

Materiali: 2 bastoncini da gelato/ghiacciolo – colla a caldo – tempere – carta – pennarelli – colla vinavil.

A- dipingi di nero i 2 bastoncini da gelato da entrambi i lati; lasciali asciugare e poi dipingi delle macchie gialle su un lato di ciascun bastoncino. Mentre si asciugano disegna su un foglio 4 zampe, una coda e gli occhi come nell’esempio.

B- colora le zampe, la coda e gli occhi di giallo e nero; poi ritagliali. Prendi un bastoncino e sulla parte solo nera incolla con la vinavil le zampe e la coda; con la colla a caldo incolla insieme i due bastoncini facendo coincidere le parti solo nere.

C- incolla gli occhi con la vinavil e la Salamandra è completata!

Imparo

Le Salamandre sono anfibi; gli anfibi comparvero circa 370 milioni di anni fa e furono i primi animali dotati di spina dorsale a popolare la terraferma e hanno la caratteristica di trascorrere parte della vita in acqua e parte sulla terra.

I colori vivaci della salamandra pezzata funzionano da avvertimento per i predatori che la pelle è ricoperta da un fluido velenoso prodotto da ghiandole situate dietro agli occhi e sulla schiena. Essendo molto lente per sfuggire ai predatori la maggior parte delle salamandre usano i colori per proteggersi.

Alcune specie di salamandre sono completamente acquatiche, molte sono terrestri; alcune depongono le uova in acqua e lì nascono come larve, fanno alcune metamorfosi e per il resto finiscono di diventare adulte sulla terraferma.

Curiosità

L’ Axolotl è una salamandra che trascorre tutta la vita in acqua e vive solo nel lago di Xochimilco in Messico; hanno un aspetto davvero particolare, respirano attraverso 6 caratteristiche branchie piumate e anche attraverso la pelle e non hanno occhi sporgenti come la maggior parte delle salamandre.
Sono in grado di rigenerare arti e organi interni (reni, polmoni e parte del cervello) producendo ogni volta un duplicato perfetto.

La salamandra del fango vive in alcune zone dell’America e vive in corsi d’acqua torbidi e fangosi; a differenza di altre specie non teme il freddo, infatti sono state individuate anche in torrenti ghiacciati!

La salamandra dalle macchie blu vive in Canada ed ha una particolarità: quando si sente minacciata agita la coda e spruzza un fluido bianco disgustoso!

Immagino

Mentre il laboratorio si svolge, possiamo parlare della Salamandra nel suo valore di animale che ci ispira pensieri, riflessioni e permette alla nostra fantasia di giocare e magari capire qualcosa di noi…
possiamo porci e porre al bambino alcune domande che facilmente si ispirano alla Salamandra, alle sue affascinanti caratteristiche e alle sue curiosità.

alcune salamandre spruzzano un liquido disgustoso in caso di minaccia; a te cosa viene spontaneo fare quando hai paura? Racconta e/o disegna come agiresti.

le salamandre hanno vistosi colori per segnalare la loro pericolosità e proteggersi così dai predatori; tu come ti coloreresti per avvertire gli altri che sei pericoloso? Racconta e/o disegna i tuoi colori di avvertimento.

Permettiamo allora che il bambino disegni o racconti, a seconda di come meglio può esprimere ciò che ha in mente.

Buon divertimento.

Diana Calanchi

Educatore Cinofilo SIUA
tel.: 347 097 60 41
Diana Calanchi

Latest posts by Diana Calanchi (see all)